Home » 'E Ricette » Zeppole sorrentine o Scauratielli, riti e tradizioni di Natale

Zeppole sorrentine o Scauratielli, riti e tradizioni di Natale

0
Condividi
Pinterest Google+

Le Zeppole Sorrentine, rientrano nella tradizione dei dolci tipici Natalizi della Penisola Sorrentina, un tempo venivano anche chiamate “Scauratielli”. Il nome dialettale probabilmente deriva dal modo in cui viene preparata la pasta

Anticamente gli”scauratielli”si preparavano la notte di Natale, tutta la famiglia  si riuniva intorno al focolare ed aspettava che arrivasse la mezzanotte friggendo le zeppole in larghe padelle di ferro.

La preparazione di queste zeppole è molto semplice e come tutti i dolci fritti, sono buonissime mangiate appena fatte, assaporate tolte dal fuoco e ricoperte con il miele sono irresistibili

INGREDIENTI:

° 3 TAZZE DI FARINA 00
° 3 TAZZE DI ACQUA
° UN PIZZICO DI SALE
° ½ BICCHIERINO DI ANICE
° BUCCIA DI LIMONE ED ARANCIA
° ½ BICCHIERE DI OLIO D’OLIVA
° OLIO PER FRIGGERE

PER DECORARE:

° 300 g MIELE
° 2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
° 1/2 TAZZINA DI ACQUA
° BUCCIA DI ARANCIA E LIMONE GRATTUGIATA
° LIQUORE ALL’ANICE q.b.
° “DIAVULILLI”(zuccherini colorati)

PREPARAZIONE:

1) Mettere acqua,anice e sale,le bucce degli agrumi sul fuoco e al primo bollore,eliminare le bucce; poi versare di getto la farina setacciata, mescolare con un cucchiaio di legno il composto sul fuoco fino a quando si stacca dalle pareti della pentola.

2) Versare la pasta ottenuta ancora calda su un marmo leggermente unto con l’olio d’oliva e lavorare con forza, in modo da togliere tutti i grumi e renderla liscia e omogenea

3) Tagliare a pezzetti e arrotolare con le mani in modo da ottenere dei bastoncini di circa 15 cm. di lunghezza che si avvolgono su se stessi.

1

4) Con una forchetta” punzecchiare “le ciambelline ottenute,(questa pratica serve a farle gonfiare quando friggono) e friggere in abbondante olio.

5) Mettere il miele in una pentola sul fuoco con l’anice, lo zucchero, l’acqua e la buccia di limone e dell’arancia far sciogliere bene

6) Immergere le zeppole sorrentine nel miele, sistemare nel piatto di portata, cospargere con i “diavulilli” e decorare con rosmarino fresco.

Se sei alla ricerca di altre ricette di Teresa puoi cliccare qui

Contenuti precedenti

Al via la quinta edizione dei Mercatini di Natale a Torrecuso

Prossimi contenuti

"Grazie Napoli e ai napoletani". Il tour in città in un giorno e mezzo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.