Home » Pariammo » A Teora arriva la sagra delle tomacelle e gli Squacqualacchiun

A Teora arriva la sagra delle tomacelle e gli Squacqualacchiun

0
Condividi
Pinterest Google+

Nel borgo Irpino a Teora arriva la festa dedicata alla maschera

Venerdì 27 gennaio e sabato 28 gennaio, a Teora nel borgo irpino, si celebra la sagra delle tomacelle, con annessa festa dedicata alla maschera dei “Squacqualacchiun”. Un evento organizzato dalla Pro Loco di Teora e con la collaborazione del Comune.

Gli Squacqualacchiun, in italiano “i trasandati”, sono uomini armati di bastoni e campanacci che passeggiano per le strade teoresi facendo chiasso e rumore, per disturbare i passanti con lazzi e gesti curiosi.

Una festa che non solo promuoverà gli Squacqualacchiun ma anche un suo prodotto tipico, come le tomacelle, una sorta di polpette di carne di maiale. I suoi ingredienti: frattaglie di maiale, rafano (erba simile alla senape) e formaggio grattugiato.

Per le giornate di venerdì e sabato sono previsti: giocolieri, street band, stand enogastronomici, intermezzi musicali, maschere per bambini e per ultimo il volo de “Lo Sciacqualacchione infuocato”.

Ecco il programma:

Venerdì 27 gennaio
Ore 17.00 la vestitura e rito di apertura “Li Squacqualacchiun” presso il falò centrale.
Ore 18.00 saranno aperti gli stand enogastronomici e “Sagra delle Tomacelle”.
Ore 19.00  musica e balli popolari.
Ore 20.00  concerto musicale dei “Makardia”

Sabato 28 gennaio
Ore 12.00 saranno aperti gli stand enogastronomici e “Sagra delle Tomacelle”.
Ore 15.00 intrattenimento e maschere per bambini.
Ore 17.00 spettacoli, street band, giocolieri e mangiafuoco.
Ore 21.00 concerto musicale dei “Baccanalis Grande Sud”.
Ore 22.30  “Il volo dello Squacqualacchione infuocato”.
Ore 23.00  musica e balli popolari.

Maggiori Informazioni:

Consultare la pagina Facebook dell’evento o dell’associazione Pro Loco Teora o contattare ai seguenti recapiti telefonici: 3490997996 / 3409054497 / 3460234522

Come Arrivare:

  • Prendere l’autostrada A16/E841 Napoli – Canosa / Canosa – Bari e uscire ad Avellino Est. Immettersi su strada statale 7 bis (via Appia – SS7bis) in direzione di Teora.
  • Raggiungere l’autostrada A3/E45 Napoli – Salerno / Salerno – Reggio Calabria e uscire a Contursi Terme – Postiglione. Immettersi su strada statale 691 (Fondo Valle Sele – SS691) in direzione di Teora.
Contenuti precedenti

Strudel di cavolo verza con salsiccia e formaggio

Prossimi contenuti

A' Tiana o padellaccia sannita. La ricetta originale

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.