Home » 'E Ricette » Dolci » Le sfogliatelle napoletane ricce. La ricetta antica

Le sfogliatelle napoletane ricce. La ricetta antica

1
Condividi
Pinterest Google+

Ti piacerebbe deliziare il palato dei tuoi commensali senza correre in pasticceria la domenica mattina con profumatissime e soffici sfogliatelle ricce?

La sfogliatella è il dolce tipico napoletano che trae le sue origini nel 1600, ove veniva preparata in particolar modo in alcuni monasteri e conventi, specializzati nella produzione di sfogliatelle artigianali.

Può essere riccia o frolla a seconda della pasta utilizzata per la sua preparazione. Ai lettori di Cibiamonapoli proponiamo l’antica ricetta delle sfogliatelle.

INGREDIENTI

Per la pasta

500 g di farina

10 g di sale

150 g di strutto lavorato a crudo

Per il ripieno

125 g di semolino

3 g di sale

1 uovo

15 g di scorzette d’arancia candite

125 g di ricotta

25 g di cocozzata

150 g di zucchero

1 goccia d’olio di cannella

¼ bustina di vaniglia

Zucchero a velo per spolverare

Procedimento

Preparate una pasta piuttosto soda mescolando gli ingredienti con 1,5 dl d’acqua (dovete lavorarla almeno mezz’ora con le mani).

Formate una palla e ungetene la superficie con strutto, poi fatela riposare per un’ora e mezza.

Stendete la pasta fino ad ottenere l’altezza di 2 cm, raccoglietela a fisarmonica ad un’estremità del marmo e cominciate a stendere, col matterello, ancora più sottilmente fino a raggiungere 1 cm di spessore.

Cominciate ad arrotolarla strettamente fino ad avere un rotolo un po’ più grosso di una matita e a questo punto ungete di strutto con un pennello.

Arrotolate ancora, una volta arrivati alla fine della parte unta spianate altri 50 cm, ungeteli e continuate ad arrotolare.

Andate avanti così a 50 cm per volta, fino ad ottenere un bastoncino di circa 20 cm di lunghezza e 10 di diametro.

Spennellate di strutto, coprite con carta alluminio e mettete in frigo per 24 ore.

Per fare il ripieno dovete far bollire un po’ d’acqua con il sale, versarvi il semolino e far cuocere per qualche minuto, mescolando continuamente.

Poi mettete il composto sul marmo, mescolatevi la ricotta, lo zucchero, la cannella, l’uovo e la vaniglia. Amalgamate bene ed aggiungetevi i canditi spezzettati fini.

Mettete sul marmo il bastoncino di pasta e tagliatelo a fette di circa 1 cm di spessore.

Lavorate una fetta per volta: prendetene una, ungetela di strutto sul taglio superiore, rigiratela tra le dita e spingete con i pollici la parte centrale mentre le altre dita spingono la parte periferica in senso inverso in modo che tra le varie spire si accavallino l’una sull’altra.

Quando tutte le fette avranno questa forma a cono schiacciato riempitele con del ripieno e mettetele in forno già caldo a 250° per pochi minuti, poi tiratele fuori per un paio di minuti e rimettetele ancora in forno, fino a quando no saranno ben dorate.

Infine fatele raffreddare e spolveratele con zucchero a velo.

Se ti è piaciuta questa ricetta delle sfogliatelle ricce metti un voto in basso o per altre ricette clicca qui

Contenuti precedenti

Trifle con fragole e crema di ricotta al limone di Amalfi

Prossimi contenuti

Arriva la Festa del Vino Novello a Mignano Monte Lungo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.