Home » 'E Ricette » Dolci » Roccocò, i dolci della tradizione napoletana

Roccocò, i dolci della tradizione napoletana

0
Condividi
Pinterest Google+

I roccocò sono dei dolci tipici della tradizione Natalizia Campana sono a forma di ciambella ed arricchiti con mandorle nocciole spezie e scorze di agrumi, la consistenza è un pò dura, ma il sapore è irresistibile!

I roccocò sono tra i primi dolci ad arrivare sulle tavole dei napoletani e ogni famiglia ha la sua ricetta, si preparano molto prima del Natale perchè si mantengono inalterati nel sapore per molto tempo.

INGREDIENTI:

° 500 g FARINA 00
° 500 g FARINA INTEGRALE
° 500 g MANDORLE e NOCCIOLE
° 400 g ZUCCHERO
° 50 g MIELE
° BUCCE di AGRUMI
° 5 g AMMONIACA
° 1 BICCHIERINO di OLIO (e.v.o. oppure arachide)
° 250 ml ACQUA
° 10 g PISTO*

SALE q.b.
° 1 UOVO per spennellare

PREPARAZIONE:

1)Tostare le nocciole e le mandorle e poi tritarle grossolanamente

2)Togliere la buccia agli agrumi (arancia, limone e mandarino non trattati e puliti) e tagliare a striscioline sottili.

3)Mettere la farina a fontana sul piano di lavoro ed aggiungere il trito di mandorle e nocciole,lo zucchero, il miele, le bucce degli agrumi tagliate,l’ammoniaca, l’olio, il sale, il pisto e amalgamare con l’acqua fino ad ottenere un impasto compatto ed omogeneo.

4)Lasciare riposare coperto con un panno pulito per mezz’ora.

roccoco

5)Tagliare l’impasto a fette e ricavarne dei cilindri lunghi circa 10 cm richiudere all’estremità formando una ciambella e schiacciare leggermente.

6)Adagiare i roccocò su una leccarda foderata di carta forno,spennellarli con l’uovo sbattuto e cuocere a 180° per 15-20 minuti.

roccoco

Consigli:

Per ottenere dei roccocò morbidi attenersi ai tempi di cottura consigliati, se si lasciano un pò di più risultano sicuramente più buoni ma anche più duri

Pisto *ingredienti per prepararlo in casa:

1 Noce moscata, 5-6 chiodi di garofano, 3 cucchiaini di cacao, 1 pezzo di stecca di cannella, 1 anice stellato, 1 pizzico di pepe.

Se ti è piaciuta questa ricetta di Teresa puoi trovarne altre cliccando qui

Contenuti precedenti

Sfoglia Campanella, Vincenzo Ferrieri inventa una delizia da leccarsi i baffi

Prossimi contenuti

A Battipaglia street food e creatività in un apericena d'autore

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.