Home » 'E Ricette » Pizza ripiena di scarole. Come la preparavano le nostre nonne

Pizza ripiena di scarole. Come la preparavano le nostre nonne

2
Condividi
Pinterest Google+

La pizza ripiena di scarole è una torta rustica che non manca mai sulle tavole dei napoletani la vigilia di Natale. La tradizione vuole che, in attesa del cenone e per non arrivare alla sera a stomaco vuoto, a pranzo si consumi questa deliziosa pizza.

Ovvio che qui a Napoli la prepariamo anche in altre giorni perché è buonissima e sarebbe un peccato mangiarla una volta all’anno, ma a Natale proprio non può mancare!

Pizza ripiena di scarole.

Ingredienti per una teglia 35 x 35 cm:

    • 300 gr di farina 00;
    • 300 gr di farina 0;
    • 300 ml di acqua;
    • 5 cucchiai di olio evo;
    • 1 cucchiaino di zucchero;
    • 1 cucchiaino di sale;
    • 8 gr di lievito di birra (1/3 di un panetto);
    • 400 gr di scarole stufate (bollite e saltate in padella con olio e sale);
    • 200 gr di mozzarella o provola:
    • 50 gr di olive nere e verdi;
    • una manciata di capperi e di pinoli;
    • 20 gr di uvetta passa;
    • 4/5 noci;
    • 50 gr di pecorino e di parmigiano;
    • olio evo qb.
    • sale, pepe.

Procedimento:

  1. Preparate la pasta per la pizza. In una ciotola capiente inserire l’acqua tiepida nella quale avrete sciolto il lievito e lo zucchero. Aggiungere l’olio e un poco per volta la farina, lavorando il composto con una frusta, un cucchiaio di legno o con una planetaria. Unire la restante farina e il sale.
  2. Impastare energicamente con le mani per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un composto morbido (che si attacca alle dita). Formare una pallina che andrà in frigo nella ciotola coperta da pellicola trasparente o un canovaccio umido (così non si formerà la crosticina sulla superficie della pasta). Io generalmente faccio questa operazione il giorno prima nel pomeriggio.
  3. Il giorno seguente al mattino togliere l’impasto dal frigo e dividerlo in due parti. Formare due palline e lasciarle lievitare 3/4 ore fino al raddoppiamento del volume. Stendere la pasta con un matterello, formando due quadrati.
  4. Versare un filo di olio sul fondo di una teglia e posizionarvi una sfoglia di pasta. Farcire con le scarole, le olive denocciolate, i capperi, l’uvetta precedentemente messa in ammollo in acqua, i pinoli, le noci, la mozzarella e il formaggio tagliato a cubetti. Condire con l’olio e il pepe.
  5. Chiudere la pizza con la pasta rimasta, sigillando bene i bordi con le dita. Spennellare tutta la superficie con dell’olio evo. Lasciar lievitare ancora un’ora.
  6. Cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti o comunque fino a quando la superficie sarà bella dorata. Buon appetito!

Se ti è piaciuta questa ricetta lascia un commento in basso e se vuoi altre ricette gustose di Matilde clicca qui

Contenuti precedenti

Spumanti per le feste? Ecco quali scegliere

Prossimi contenuti

Plumcake al mandarino. Una dolce novità

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.