Home » 'E Ricette » Il panuozzo di Gragnano. Il segreto della doppia cottura

Il panuozzo di Gragnano. Il segreto della doppia cottura

1
Condividi
Pinterest Google+

Il panuozzo di Gragnano. Perchè si chiama così e come prepararlo.

Il panuozzo di Gragnano è una sorta di grande panino preparato con l’impasto della pizza, ma molto più pratico da consumare e per tale ragione è diventato un classico cibo da strada a Gragnano e dintorni.

Il panuozzo può essere farcito con mozzarella o altri latticini, affettati, verdure, ed è davvero molto buono. Quello originale nasce con una farcitura molto semplice: pancetta e mozzarella.

Il panuozzo si caratterizza per una doppia cottura in forno; la prima per cuocere il pane, la seconda per scaldare il ripieno e insaporire il pane.

Se non l’avete mai assaggiato ė arrivato il momento di farlo e se siete lontani dal posto in cui lo producono oppure semplicemente vi piacerebbe sperimentare e creare con le vostre mani una vera prelibatezza da preparare per le cene informali con gli amici, ecco la ricetta che vi permetterà di realizzarlo.

Stasera il mio è farcito con pancetta, provola e rucola ma voi scatenate la fantasia e farcitelo con tutto quello che più vi piace!

Ingredienti:

  • 300 gr di farina;
  • 150 gr di acqua;
  • 5 gr di lievito;
  • sale;
  • 300 gr di provola;
  • 150 gr di pancetta;
  • un mazzetto di rucola.

Procedimento.

Io solitamente preparo l’impasto per pizza, pane e altri lievitati sempre il giorno prima, ma per quanto sia sconsigliato, se avete bisogno di farlo il giorno stesso vi basterà semplicemente aumentare la dose di lievito a scapito ovviamente della bontà del prodotto finito e della sua digeribilità.

Il giorno prima (pomeriggio o anche mattina) preparate l’impasto per il panuozzo, sciogliendo il sale e il lievito nell’acqua e aggiungendo poi la farina. Impastate bene e formate una pallina che chiuderete in un contenitore ermetico nel frigo.

panuozzo. la preparazione

Il giorno seguente a metà mattinata togliete la pasta dal frigo, impastatela nuovamente e lasciatela lievitare per circa 3/4 ore fino a che il volume sarà raddoppiato.

Trascorso il tempo indicato, formate una sorta di panino lungo e schiacciato come in foto, posizionandolo direttamente sulla teglia rivestita da carta da forno.

Lasciate lievitare ancora qualche ora e cuocete in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti.

Quando sarà cotto, tagliate il panuozzo a metà e farcitelo a piacere.

Infornate nuovamente per 3/4 minuti per scaldare il ripieno e far insaporire tutti gli ingredienti.

Tagliatelo a pezzi e come sempre buon appetito!

Se ti è piaciuta questa ricetta di Matilde puoi scoprire altre ricette cliccando qui

Contenuti precedenti

Le alici ripiene fritte nel ventre di Napoli

Prossimi contenuti

A Roccarainola arriva la terza edizione di: “Mercatini di Natale al Trivice”

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.