Home » 'E Ricette » Spaghetti alla Nerano, la storia di un piatto reale

Spaghetti alla Nerano, la storia di un piatto reale

1
Condividi
Pinterest Google+

Il piatto preferito dal principe di Sirignano. Come è nata la ricetta e la sua antica tradizione

Gli “Spaghetti alla Nerano” prendono il nome del paese dove sono nati, una frazione del comune di Massa Lubrense, la “Terra delle Sirene” il promontorio che si trova tra Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana, tra le spiagge incantevoli e le terrazze dove lo sguardo può spaziare dal Golfo di Napoli a quello di Salerno, dove si ha la sensazione di poter toccare Capri con le mani, dove le fragranze del mare si confondono con quelle dei Monti Lattari e la natura è ancora  incontaminata.

Nerano e in particolare Marina del Cantone negli anni’50 era un semplice borgo di pescatori e proprio in quel periodo nasce la ricetta, creata dalla signora Rosa nel suo ristorante un giorno che non aveva niente di pescato da offrire al Principe di Sirignano che era solito farle visita per gustare il pesce fresco locale.

Rosa preparò questo piatto semplice semplice con le cose che in quel momento aveva a disposizione in cucina e non poteva prevedere che nel tempo questa ricetta sarebbe diventata così famosa, quasi una leggenda.

Molti hanno attribuito a questa ricetta ingredienti segreti che in realtà non ha, il colore dorato è dato dalle zucchine rigorosamente fritte e la cremosità da un misto di formaggio locale stagionato e parmigiano, il profumo del basilico fresco e tanta passione hanno fatto il resto!

INGREDIENTI (per 6 persone):

° 1 KG di ZUCCHINE MEDIE
° OLIO E.V.O
° 100 g  PARMIGIANO GRATTUGIATO
° 100 g DI CACIOCAVALLO di SORRENTO STAGIONATO
° 80 g DI BURRO
° BASILICO
° SALE e PEPE
° 500 g  SPAGHETTI di GRAGNANO

PROCEDIMENTO:

1) Tagliare le zucchine a fette rotonde spesse un paio di millimetri salare leggermente e friggere poche per volta in olio caldo lasciandole colorire

2) Mettere in una ciotola (preferibilmente di acciaio) le zucchine fritte ,il basilico, il burro a fiocchetti, il pepe.

nerano

3) Cuocere gli spaghetti molto al dente  scolarli (conservando l’acqua di cottura della pasta) e trasferirli nella ciotola insieme alle zucchine, aggiungere un po’ di acqua di cottura della pasta e amalgamare cospargendo la pasta con i formaggi rigirare fino a quando si sarà formata una cremina densa e profumata e servire caldissimi con ancora basilico fresco. Buon appetito!

Per altre ricette gustose di Teresa clicca qui

Contenuti precedenti

Per la prima volta a Caserta arriva lo Street Fest

Prossimi contenuti

Il re delle festività natalizie. Quale dolce scegliere?

2 Comments

  1. […] signora non sapendo cosa servire al Principe di Sirignano che era solito farle visita (fonte: cibi-amo-napoli), per non far brutta figura, si inventò un semplice piatto di pasta con quello che aveva a […]

    • Enrico Nappi
      27 settembre 2017 at 11:26 — Rispondi

      Vi ringraziamo per aver citato la nostra fonte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *