Home » 'E Ricette » Primi Piatti » Linguine ai frutti di mare. Ecco come prepararla

Linguine ai frutti di mare. Ecco come prepararla

1
Condividi
Pinterest Google+

Oggi per pranzo abbiamo gustato delle deliziose Linguine ai frutti di mare: Il segreto del loro successo? Un pizzico di farina in modo che il condimento aderisca perfettamente alla pasta senza scivolare via. Non avranno nulla da invidiare a quelli del ristorante! Forza andiamo a vedere i tanti suggerimenti e segreti per la loro realizzazione.

Ingredienti per 4 persone

    • 350 gr di linguine
    • 1 kg di frutti di mare ( fasolare, tartufo di mare, vongole etc.)
    • mezzo bicchiere di vino bianco secco
    • 1 cucchiaio raso di farina
    • olio
    • aglio
    • prezzemolo
    • peperoncino
    • sale

Procedimento

Mettete i frutti di mare a spurgare per almeno un’ora in acqua, in modo da eliminare la sabbia.

Prendete un capiente tegame e metteteci dentro i frutti di mare ben scolati con 2 spicchi di aglio, del peperoncino. Coprite con un coperchio e lasciate andare a fuoco vivace fin quando tutti i frutti non si saranno aperti. Ci metteranno una una decina di minuti ad aprirsi tutti. Non fate cuocere oltre.

Spegnete il fuoco e togliete dal tegame i frutti di mare. Metteteli da parte, quindi filtrate con un passino l’acqua di cottura e raccoglietela in un bicchiere.

Asciugate il tegame e preparate un soffritto con abbondante olio (almeno 4 cucchiai), aglio e peperoncino. Lasciate andare per qualche minuto fino a che l’aglio non si sarà imbiondito, togliendolo prima che si bruci.

A questo punto aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco, l’acqua di cottura filtrata e un cucchiaio raso di farina. Mescolate per non far formare grumi e lasciate evaporare per un paio di minuti.

Scolate la pasta, che avevate precedentemente messo a cuocere, leggermente al dente e conditela direttamente nella padella con i frutti di mare, tenendo il fuoco basso, e facendo insaporire bene. Se necessario aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta.

Per il consiglio della nostra food blogger clicca qui

Contenuti precedenti

Arte e scaramanzia per dare il benvenuto a Jattura di KBirr, la birra Made in Naples

Prossimi contenuti

Lo chef Salatiello, ideatore del KePurp: la mia prima ricetta un pasticcio di maccheroni.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.