Home » Pariammo » Eventi » La gastronomia arriva alla manifestazione scientifica “Futuro Remoto”.

La gastronomia arriva alla manifestazione scientifica “Futuro Remoto”.

0
Condividi
Pinterest Google+

Futuro Remoto è l’evento scientifico che si terrà in Piazza del Plebiscito a Napoli fino al 10 Ottobre, creato da un’idea del professore di fisica Vittorio Silvestrini e che per la sua 30° edizione avrà come tema portante quello del “costruire”. E proprio all’insegna di un futuro “costruito” in modo migliore non poteva mancare uno dei protagonisti nonché elemento essenziale della nostra vita: il cibo. Un’intera isola dell’evento prende infatti il nome de “Il futuro del cibo” e al suo interno le tematiche affrontate saranno legate al cibo di ieri, oggi e domani tra scienza e società, storia e tradizioni.  Il cibo ha da sempre caratterizzato la storia dell’umanità e la sua evoluzione, ed è su una ricerca incentrata su antiche tradizioni e nuove scoperte che si concentrerà l’attenzione di questo padiglione.  Tra le tematiche affrontate non potranno mancare quelli che saranno i nuovi alimenti del futuro e le problematiche legate all’emergenza alimentare cui andranno incontro le prossime generazioni in un futuro (forse non tanto) remoto. Saranno inoltre trattati i diversi volti dell’alimentazione; le abitudini alimentari del futuro; il legame tra cibo, benessere e salute; la prevenzione e la cura delle malattie attraverso l’alimentazione; l’educazione ad una corretta alimentazione a partire dalla colazione sino all’esperienza di una realtà virtuale in cui poter provare come si farà la spesa nei prossimi anni.  Responsabili scientifici del padiglione saranno Pietro Campiglia, professore ordinario di Chimica Farmaceutica presso il Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno e Nicola Caporaso, professore di Gastroenterologia e VicePresidente della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. I partner del padiglione saranno Decò Supermercati e Berna. Il primo, Decò, con lo scopo di educare i futuri consumatori ad essere prudenti nel selezionare i prodotti da porre nel carrello, ed il secondo Berna intento a promuovere il progetto “La buona Colazione” con giochi interattivi durante i quali grandi e piccoli potranno selezionare e combinare gli ingredienti della loro colazione ideale per scoprire il loro profilo, all’insegna del motto: “Siamo ciò che mangiamo!”.

Tra i numerosi eventi del padiglione, il cui programma integrale è stato pubblicato sul sito www.cittadellascienza.it/futuroremoto/2016/calendario/:

I percorsi multimediali

Il cibo, i colori, le applicazioni: le specie alimentari latinoamericane e la dieta del mondo moderno” attraverso percorsi multimediali saranno mostrate le caratteristiche delle piante alimentari native dell’America Latina e le trasformazioni cui devono essere sottoposte per essere utilizzate nei diversi settori  (da venerdì 7 a lunedì 10 dalle ore 10 alle 22);

“Cibosofia e archeogastronomia: alla scoperta dei territori attraverso il cibo e la tradizione” un seminario-laboratorio con la partecipazione dello chef  Federico Valicenti, giudice della terza edizione di Master Chef Italia (venerdì 7 dalle 10 alle 22);

“Endocrinologia: il gusto della vita” i visitatori saranno sottoposti ad alcuni test per la valutazione della percezione dei sapori e potranno scoprire le loro capacità di discriminare il gusto dei cibi (da venerdì 7 a domenica 9 dalle 10 alle 22 e lunedì 10 dalle 10 alle 14);

“Lievito e cereali nell’antichità greco-latina” percorso storico per capire e conoscere le abitudini alimentari delle civiltà del passato (sabato 8 dalle 10 alle 22)

“I percorsi del benessere in India: fra cibo, corpo e città”  analisi e studio delle diverse tecniche che da secoli sono utilizzate in India per la costruzione del benessere psicofisico dell’individuo (sabato 8 dalle 10 alle 22)

“Viaggio attraverso la piramide alimentare: dalla terra alla tavola” vero e proprio viaggio ideale tramite il quale il visitatore attraversa le varie tappe che conducono il cibo in tavola dalla produzione al consumatore (lunedì 10 dalle 10 alle 14)

Tante le curiosità affrontate dagli studiosi e dagli ospiti del padiglione, pronti in ogni momento a rispondere ai quesiti legati al cibo affinché tutti possano nutrirsi con una sana e corretta alimentazione, consapevoli di ciò che si mangia e di come lo si mangia poiché “mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte” (La Rochefoucoult).

Contenuti precedenti

Una pizzeria Napoletana da non perdere: da Gigino&Figli

Prossimi contenuti

Sorrento. Serata di beneficenza con "I pizzaioli Uniti"

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.