Home » Siente a me » Parola allo Chef » Da mia madre ho imparato l’arte della cucina. Intervista allo chef Mellino

Da mia madre ho imparato l’arte della cucina. Intervista allo chef Mellino

0
Condividi
Pinterest Google+

Ristorante Quattro passi, intervista allo Chef stellato Antonio Mellino

A Nerano, nella splendida cornice della Penisola Sorrentina, presso il suo ristorante Quattro Passi, vive e lavora lo Chef stellato Antonio Mellino.

Un fuoriclasse della cucina partenopea. Da oltre trent’anni al servizio della buona tavola, l’argentino di Nerano, delizia i palati seguendo una passione di famiglia: selezionare prodotti di prima scelta, per creare piatti genuini e di tradizione.

Il ‘Ristorante Quattro passi’ è la location d’eccezione in cui arte e gusto interagiscono tra loro per rendere piacevoli i momenti trascorsi dai clienti in quel di Nerano, “lasciando un ricordo positivo, un desiderio di ritornare dove ha ben mangiato”, come lo stesso chef ribadisce.

A Marina del Cantone, Costiera Amalfitana, Mellino insegue tra impegno e dedizione il suo sogno: cucinare allietando i palati. Non è un caso che di anno in anno lo chef collezioni traguardi: nel 1999 in Giappone tiene corsi di cucina per la catena Meridien, conquista più volte la rinomata ‘Stella Michelin’; il mondo parla di lui tanto che sul Times i ‘Quattro passi’ risultano il 38esimo ristorante più qualificato in ambito internazionale.

Insignito con due cappelli dalla guida ‘Ristoranti d’Italia’, Mellino ottiene continui riconoscimenti con la sua arte prestigiosa. Il segreto? Quando cucina ci mette il cuore!

Ristorante Quattro Passi dello chef Mellino a Nerano
Il Ristorante Quattro Passi dello Chef Mellino a Nerano

Chef Mellino, lei ha definito la cucina “una passione di famiglia”. Cosa ha appreso dall’arte culinaria di mamma Flora e dalla professione di suo padre?

Da mio padre ho ereditato la conoscenza del pescato, essendo lui un grande commerciante di pesce. Da mia madre ho imparato l’arte della cucina, le basi di una cucina modesta, tradizionale, essendo lei una cuoca a domicilio.

Se potesse racchiudere Nerano tutta in un unico piatto, quali ingredienti sceglierebbe e perché?

Sicuramente un piatto di mare, essendo Nerano affacciato su una bellissima baia, fonte di materie prime di eccellenza e meta estiva di tante persone per la sua bellezza. Come piatto: Linguine ai frutti di mare e crostacei.

Il suo ristorante ‘I quattro passi’ è rinomato in ambito internazionale. A cosa si deve questo nome e quali sono gli aneddoti della cucina più significativi che hanno segnato la sua carriera da chef?

L’idea del nome mi venne in mente quando mi trovavo a Genova, dove frequentavo la scuola alberghiera con l’armatore Costa, poiché vicino alla scuola si trovava un locale che si chiamava Quattro Passi. Pensando a ciò, unito anche alla posizione del ristorante, a quattro passi dal mare e a quattro passi dal borgo di Nerano, perché non chiamarlo proprio cosi?

Esiste un sapore dell’infanzia che lei ricorda con ardore e ha riproposto nel suo menù di anno in anno?

Dall’infanzia porto con me e ripropongo ogni anno le linguine con le zucchine, come quelle che preparava mia madre, ricordo indelebile.

Nella ristorazione, meglio puntare su un piatto ad effetto o sulla tradizione della semplicità?

Meglio puntare sulla semplicità. Piatti semplici, riproposti in chiave moderna, e materie prime di ottima qualità.

Tra i suoi menù, figura la proposta ‘Passi contemporanei’. Quale aspetto della realtà rappresentano i singoli ingredienti in essa collocati? Il prossimo ‘passo ardito’ che intende compiere in cucina, lo ha già pensato?

Il menù “passi contemporanei”, esprime a pieno il concetto di innovazione nelle modalità di esecuzione di piatti che hanno come solide fondamenta la scelta di materie prime di qualità e specialmente di stagione. Il prossimo Passo Ardito, lo lasciamo alla nuova Generazione.

Ristorante Quattro passi: premi e riconoscimenti

Sono molteplici e di grande prestigio i premi e i riconoscimenti ottenuti dal ristorante Quattro passi dello Chef Mellino. La lista completa di tutte le onorificenze culinarie conseguite è consultabile qui.
Ci limitiamo a segnalare 
i premi più recenti che vedono Chef Mellino insignito dalla Guida Michelin per l’anno 2012 con la seconda stella.
Nel 2010
viene censito sulla guida “I Ristoranti d’italia” edita dal gruppo editoriale “L’Espresso”, venendo lnsignlto di 2 cappelli.

 

Contenuti precedenti

Avellino, scoperta impressionante. Pesa 10 kg

Prossimi contenuti

Paccheri filanti al forno con salsa di peperoni

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.