Home » 'E Ricette » Dolci » Gelato al torrone con salsa al cioccolato

Gelato al torrone con salsa al cioccolato

0
Condividi
Pinterest Google+

Un modo fresco ed alternativo per gustare uno dei dolci più amati. Vi proponiamo la ricetta del gelato al torrone con salsa al cioccolato.

Ingredienti:

  • 150 g. di torrone duro
  • 150 g. di panna
  • 230 g. di latte
  • 2 uova
  • 40 g. di amaretti
  • 1 cucchiaio di miele di acacia o millefiori
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di marsala
Per la salsa al cioccolato:
  • 70 g. di cioccolato fondente al 70%
  • Q.b. di acqua
  • Q.b. di zucchero

Procedimento:

  • Mettere gli amaretti e il torrone a pezzetti in un mixer per ridurli in polvere grossolana (a me piace che rimangano dei pezzettini di frutta secca).
  • Separare gli albumi dai tuorli e mettere questi ultimi in un pentolino insieme allo zucchero. Amalgamare con una frusta, aggiungere anche il marsala e mettere su fuoco dolcissimo sempre frustando, fino ad ottenere un composto denso e spumoso. Inserire anche il miele e mescolare.
  • Montare gli albumi a neve leggera.
  • Scaldare insieme il latte e la panna fino alla soglia del bollore ed aggiungervi la polvere di torrone, il composto di tuorli e gli albumi montati. Miscelare molto bene con la frusta.
  • Fare raffreddare in frigo o freezer, poi trasferire in gelatiera (io quella del Kenwood) e far girare per 30/40′ fino a formazione di un bel gelato montato e corposo.
  • Trasferire in un contenitore e far stabilizzare in abbattitore per circa un’ora, poi stoccare in freezer.  In mancanza dell’abbattitore conservare direttamente in freezer.
  • Per la salsa al cioccolato: preparare uno sciroppo facendo bollire 70 ml di acqua con 50 g. di zucchero. Tritare il cioccolato e versarci sopra lo sciroppo bollente a filo, mescolando, nella quantità necessaria ad ottenere la consistenza desiderata, che dovrà risultare fluida e leggermente viscosa.
  • Far intiepidire ed usare per guarnire il gelato. Consiglio di preparare questa salsa poco prima di servire, perché dopo qualche ora tende a rapprendersi. Se dovesse succedere, basterà riscaldarla leggermente, o aggiungerci poco sciroppo, se vi è avanzato.

Se ti è piaciuta questa ricetta clicca qui

 

Contenuti precedenti

Spaghetti alla Procida. La ricetta diventata famosa nel mondo

Prossimi contenuti

Per l’ultimo weekend di gennaio, a Nusco c’è “La Notte dei Falò”

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *