Home»Siente a me»Parola allo Chef»Dolce Bufala, primo “dolce subaqueo” di Nino Cannavale

Dolce Bufala, primo “dolce subaqueo” di Nino Cannavale

2
Condividi
Pinterest Google+

Lo chef e pasticciere aversano Nino Cannavale, presidente dell’Associazione Cuochi Normanni nata per la salvaguardia e il rilancio dei prodotti della cucina tradizionale di Terra di Lavoro, inventa il primo dolce che lui stesso definisce “subaqueo”.

La Dolce Bufala è una vera e propria sperimentazione in campo dolciario: coniuga il sapore della mozzarella di bufala campana con un classico richiamo siciliano fatto di  pan di spagna, ricotta di bufala, gocce di cioccolato, pistacchio di Bronte e canditi, per un sapore insolito, ma sorprendente.

La dolce bufala è arrivata perfino in costiera da don Alfonso Iaccarino, che dopo aver assaggiato la specialità  aversana nel suo ristorante, da cultore del buono, non ha esitato ad approvare il lavoro dello chef ideatore, Cannavale. Oggi il prodotto è acquistabile tra Napoli ed Aversa, seguendo una mappa tracciata sul sito assocuochinormanni.it.

Ai lettori di cibiamonapoli lo chef spiega da cosa sia nato l’estro creativo di questo dolce incartato proprio come si fa con la ricotta nostrana.

Dolce Bufala, l’intervista con Nino Cannavale

Nino Canavale, l'autore della Dolce Bufala– Chef Cannavale, come si è approcciato a questa sperimentazione dolciaria decisamente insolita?

Il sogno nel cassetto era quello di realizzare questo dolce. Avevo l’occasione di andare all’estero a lavorare, ma ho scelto di restare nella mia Terra promuovendola coi suoi prodotti. Per realizzare la Dolce Bufala sono stato un anno a lavorare senza essere pagato in un caseificio, così da capire come si fa la mozzarella.

– Quale imput c’è stato dietro tanta determinazione?

Mia moglie mi chiedeva incredula perchè stessi cercando di imparare a fare la mozzarella gratis, quando avevo un mio lavoro che mi dava soddisfazioni. Io ho voluto dimostrare ai giovani e ai figli del mio territorio, con questo progetto, che se uno ci mette l’amore, la dedizione, l’onestà, prima o poi ce la fa. Oggi questo dolce è presente un po’ in tutto il mondo e in Italia…a Dubai lo amano!

– Come viene confezionato il dolce?

Tutto parte dalla mozzatura della mozzarella, senza  passare il prodotto in vasca di raffreddamento e in salamoia. Il tipo di lavorazione riesce a darle una consistenza che sostituisce la glassa di zucchero. La Dolce Bufala è nata da un’attenta ricerca. Si tratta di una cassata siciliana rivisitata con i prodotti campani. E’ un dolce semplice, ma fresco.

Per ulteriori informazioni sulla Dolce Bufala

Facebook: QUI

 

Contenuti precedenti

Casavecchia Wine Festival: degustazioni, food, laboratori del gusto

Prossimi contenuti

Sal Da Vinci in concerto per la XXXVII edizione del FiordilatteFIORDIFESTA

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *