Home » 'E Ricette » Ricetta dei pomodori confit, semplice e gustosa!

Ricetta dei pomodori confit, semplice e gustosa!

0
Condividi
Pinterest Google+

Come preparare i pomodorini confit. La ricetta per i lettori di Cibiamonapoli

Per fare i pomodorini confit si possono usare sia i pomodorini rossi che quelli gialli, vengono serviti come contorno oppure utilizzati come condimento per pasta, bruschette o crostini.

La preparazione è molto semplice si possono fare anche in anticipo e conservarli i frigo coperti di olio.

INGREDIENTI :dose per 4 persone

° 500 g POMODORINI misti rossi e gialli

° 2 CUCCHIAI di ZUCCHERO

° ERBE AROMATICHE (origano e timo)

° SALE e PEPE

° OLIO e.v.o  q.b

PROCEDIMENTO:

1) Lavare ed asciugare i pomodorini, tagliarli a metà e disporre con la parte interna verso l’alto su una leccarda rivestita di carta forno.

2) Cospargere i pomodorini con lo zucchero, le erbe aromatiche, il sale e pepe, irrorare con l’olio e.v.o (se piace si può aggiungere anche uno spicchio di aglio tagliato a pezzetti per dare ancora più aroma).

pomodorini confit

3) Cuocere in forno statico preriscaldato a 130° per un’ ora e mezza avendo cura di controllare di tanto in tanto la cottura perchè spesso i forni sono diversi tra loro e possono avere cotture e tempi differenti.

4) I pomodorini confit saranno pronti quando l’acqua di vegetazione sarà evaporata e risultano abbrustoliti ma non secchi, lasciare raffreddare e servire.

Note:

I pomodorini confit si conservano in frigo anche per un mese, conservati in un barattolo di vetro sterilizzato ricoperti di olio. Si possono aggiungere ad ogni tipo di pasta che prevede “giusto il macchiato”, si sposano bene specialmente con le ricette a base di pesce perchè con la loro dolcezza danno quel tocco in più ad ogni piatto, anche al più semplice rendendolo straordinario!

Sei alla ricerca di altre ricette di Teresa Clicca qui

Contenuti precedenti

Wine Fitness, la palestra del vino degli enodegustatori campani

Prossimi contenuti

A Gricignano D’Aversa, tre giorni di eventi per valorizzare l'Asprinio

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.