Home » 'E Ricette » Dolci » Le cartucce napoletane. Il segreto della cottura per renderle perfette

Le cartucce napoletane. Il segreto della cottura per renderle perfette

3
Condividi
Pinterest Google+

Le cartucce napoletane, la storia, i segreti e i trucchi per la cottura

Il nome delle cartucce napoletane deriva dalla forma che hanno, quella di una cartuccia da fucile, che viene data cuocendo i dolcetti in appositi cannelli foderati con una particolare carta per alimenti.

INGREDIENTI:

DOSE per 50 CARTUCCE:

° 200 g MANDORLE BIANCHE
° 4 UOVA
° 200 g ZUCCHERO
° 150 g BURRO
° 100 g FARINA 00
° 50 g FECOLA di PATATE
° 2 CUCCHIAI di OLIO di SEMI (mais o girasole)
° LIMONE e ARANCIA GRATTUGIATA
° VANIGLIA
° 3-4 GOCCE di AROMA MANDORLA
° ½ CUCCHIAINO di LIEVITO per DOLCI
° 50 “CANNELLI e CARTINE“

PROCEDIMENTO:

La preparazione delle cartucce napoletane non è complicata, per prima cosa bisogna procurarsi i cannelli e le cartine che si trovano facilmente nei negozi di casalinghi (almeno dalle mie parti) non è necessario prenderne per forza 50 ne bastano anche la metà e si infornano in due volte, poi ci vuole solo tempo e pazienza e il gioco è fatto!
Con un mixer tritare finemente le mandorle e mescolarle con le uova sbattute, la buccia di limone ed arancia grattugiata, la vaniglia, l’aroma mandorla e far riposare a temperatura ambiente per 1 ora.
Lavorare il burro morbido con lo zucchero, unire un cucchiaio per volta il composto di uova e mandorle, le due farine ed il lievito setacciati, i due cucchiai di olio di semi. Si dovrà ottenere un impasto morbido e montato e lasciare  riposare ancora per 1 ora a temperatura ambiente.
cartucce napoletane
Arrotolare le cartine su se stesse, inserirle nei cannelli e sistemarli in verticale su una teglia foderata di carta forno.
Trasferire l’impasto in una sac à poche, spremere il composto nei cannelli riempendoli fino a circa 1 cm dal bordo perchè in cottura lievitano.
cartucce napoletane
Infornare a 170° per 10 minuti poi abbassare a 160° e continuare per altri 8-10 minuti. A fine cottura togliendo la cartina alle cartucce devono risultare chiare e leggermente più colorite sulla superficie. La cottura va verificata secondo il forno che si ha.
Togliere le cartucce napoletane dal cannello tirandole dalla cartina, rotolare su carta assorbente per eliminare il grasso che trasuda sulle cartine e gustarle.
cartucce napoletane
Le cartucce per essere mangiate devono essere “scartate”, piano piano si rimuove la carta che le avvolge e finalmente si ha tra le mani una delizia a base di mandorla, facili da realizzare e molto scenografiche.

Se cerchi altre ricette di Teresa clicca qui

Contenuti precedenti

Il laboratorio dedicato alla pizza fatta in casa. Il pizzaiolo Tafuri ci spiega i segreti

Prossimi contenuti

A piazza Vanvitelli di Caserta si festeggia: “Carnevale 2017 – VI Edizione”

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.