Home » 'E Ricette » Dolci » Babà al rum con fragole e panna. La ricetta dei golosi

Babà al rum con fragole e panna. La ricetta dei golosi

1
Condividi
Pinterest Google+

Babà al rum con fragole e panna. Cantava Marisa Laurito nel lontano 1989 a Sanremo e di certo non si sbagliava:

E si ‘a vita amara se fa
si addolcisce co’ nu babà.
Il babà è una cosa seria
cu ‘o babà nun se pazzea
è una cura che fa bene
‘o babà nun po’ ingannà.

Ed ecco a voi una ricetta facile e veloce per realizzare un delizioso babà che possa addolcirvi la vita o quantomeno la giornata.

Il procedimento è molto semplice e consente di preparare questo dolce senza troppa fatica anche se non si dispone di una planetaria o simili.

La ricetta base che segue, può essere utilizzata per fare una torta babà come quella in foto (stampo di circa 24 cm di diametro) o in alternativa 12 babà dalla forma tradizionale (in stampini da circa 4 cm di diametro).

Per guarnire, tanto spazio alla fantasia e ai gusti personali: panna montata, crema pasticciera, crema al cioccolato, nutella, frutta.

Ingredienti

Per il babà:

  • 200 gr di farina manitoba;
  • 80 gr di burro;
  • 2 cucchiai di zucchero;
  •  3 uova intere;
  • 25 gr di lievito di birra (1 panetto);
  • un pizzico di sale.

Per lo sciroppo e la decorazione:

  • 500 ml di acqua;
  • 250 ml di bagna per dolci al rum
  • 200 gr di zucchero;
  • scorza di un limone;
  • 200 ml di panna da montare;
  • 500 gr di fragole.

La preparazione. Segui passo dopo passo la ricetta

In una ciotola capiente frullare le uova, lo zucchero e il pizzico di sale con uno sbattitore elettrico.

Aggiungere il burro ammorbidito, il lievito precedentemente sciolto in una tazzina con poca acqua e continuare a frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

A questo punto bisogna aggiungere solo la farina setacciata (iniziare con 150 gr) ed io consiglio di farlo molto lentamente, continuando a frullare con lo sbattitore al fine di poter utilizzare quest’ultimo per il tempo necessario (circa 15 minuti).

Lavorare bene il composto, prima che lo stesso raggiunga una densità tale da richiedere l’ausilio delle mani.

Questo procedimento, essendo meno faticoso, è consigliato ovviamente a chi non dispone di una planetaria, ma consente in ogni caso di amalgamare bene gli ingredienti ed ottenere un babà compatto e delizioso.

Dopo aver aggiunto la restante farina, continuare a lavorare l’impasto energicamente con le mani, sbattendolo più volte  su una spianatoia infarinata.

L’impasto dovrà avere una consistenza molto morbida (deve attaccarsi alle dita in pratica).

Se, invece, avete una planetaria, inserite comunque gli ingredienti nel modo descritto sopra e lavorate la pasta a lungo.

Sistemare la pasta in una ciotola nel forno spento con la luce accesa e lasciar lievitare circa due ore o comunque fino al raddoppiamento del volume.

Trascorso il tempo necessario, lavorare ancora per qualche minuto il composto e versarlo nello stampo precedentemente imburrato e infarinato, che andrà posto nel forno per la seconda lievitazione.

Quando il composto avrà raggiunto i bordi dello stampo, cuocere a 180° per circa 30 minuti (forno statico) o 160° per circa 25 minuti (forno ventilato), fino a che il babà sarà di un bel colore dorato.

Mentre il babà si raffredda, preparare lo sciroppo.

Versare in un pentolino l’acqua, lo zucchero e la scorza del limone e far bollire per 10 minuti.

Togliere dal fuoco e aggiungere il rum.

Lasciare il babà nello stampo, bucherellare la superficie con uno stecchino di legno e con un mestolo iniziare a bagnarlo con circa metà dello sciroppo.

Porre sullo stampo un vassoio dai bordi alti e con un movimento deciso capovolgere il babà.

Continuare con la bagna.

Raccogliere il liquido che si formerà alla base e versalo nuovamente sulla superficie fino al completo assorbimento.

I babà piccoli possono essere bagnati semplicemente immergendoli nello sciroppo.

Porre in frigo per almeno due ore, decorare e GUSTARE!

Contenuti precedenti

Risotto con mele marinate alla melagrana e miele

Prossimi contenuti

Il Danubio. Ecco la tipica ricetta napoletana

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.